Close

8 Marzo 2021

LA FOTOGRAFIA INTESA COME POESIA VISIVA

La-fotografia-intesa-come-poesia-visiva




LA FOTOGRAFIA INTESA COME POESIA VISIVA

Scattate con un iPhone 12 Pro – edited by Snapseed

Non cercate di prendere i poeti
perché vi scapperanno tra le dita.
Alda Merini

E mi raccomando, non dimenticare di mettere un like sulla mia Pagina Facebook!

Viste da lontano, la poesia e la fotografia potrebbero sembrare degli strumenti completamente diversi. Una si occupa della parola scritta, mentre l’altra crea delle immagini visive.

In realtà, la poesia e la fotografia hanno in comune più di quanto si possa pensare.

La parola “poesia” infatti, deriva dal greco ποίησις (poiesis), e significa “creazione”. Ma la poesia, per essere creata, oltre al bisogno del linguaggio narrativo, ha bisogno anche del linguaggio visivo.

Esattamente come la fotografia.

La luce e lo spazio sono dei fattori illuminanti in entrambi i mezzi. Investigare su questi attributi condivisi influenzerà la tua pratica visiva e ti trasformeranno in un poeta…

…non di parole ma di immagini!

Fotografia-come-poesia-001Fotografia-come-poesia-002Fotografia-come-poesia-003Fotografia-come-poesia-004

Jack Kerouac, autore di romanzi famosi come On the road o I vagabondi del Dharma, era anche un appassionato scrittore di Haiku, uno stile di poesia proveniente dal Giappone, formato da soli tre versi e composto in totale da 17 sillabe (more).

Alcuni esempi di Haiku di Kerouac sono:

  • No telegram today
    only more leaves
    fell. (Nessun telegramma oggi
    sono cadute solo
    altre foglie)
  • Following each other
    my cats stop
    when it thunders. (Rincorrendosi
    i miei gatti si fermano
    quando tuona)
  • The moon had
    a cat’s mustache
    for a second. (La luna ha avuto
    i baffi di un gatto
    per un secondo)

Kerouack afferma che l’Haiku, per poter funzionare, “deve essere molto semplice e libero da ogni inganno poetico. L’Haiku deve saper creare, nella mente di chi lo legge, una piccola immagine…”

Questa sua affermazione paragona l’Haiku alla fotografia.

L’Haiku, infatti, essendo una poesia di soli tre versi, deve saper concentrare tutte le informazioni in poche parole. Questo approccio, a mio avviso, non è dissimile dalla fotografia che deve, per sua natura, saper enfatizzare il suo messaggio.

Horace afferma che l’immagine è una poesia senza parole. Nel mondo di oggi, invece, è la fotografia ad essere una poesia senza parole. E chi la crea, può essere considerato come un poeta.

Del resto, la parola fotografia significa “dipingere con la luce”.

Mi piace pensare di essere un pittore del XXI° secolo, preso in prestito dalla poesia. 😉

La-fotografia-come-poesia-visiva-007



TECNICA FOTOGRAFICA

PENSIERI CREATIVI

TRAVEL PHOTOGRAPHY

FOTOGRAFARE CON L’iPHONE

Francesco-Menghini-streetphotographer-2


Seguimi sui miei canali social: Facebook, Twitter e Instagram


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.