Close

23 Maggio 2024

PAURA DI FOTOGRAFARE PER STRADA? ECCO COME AFFRONTARLA CON SICUREZZA E RISPETTO

paura-di-fotografare-per-strada




Ieri pomeriggio, come faccio ogni settimana, ho preso le mie macchine fotografiche e mi sono diretto verso il centro di Roma per la mia solita sessione fotografica.

Sony Alpha Mark III al collo, Ricoh GRIII in tasca e il mio inseparabile iPhone a portata di mano, mi sono immerso nel flusso di persone che animavano le strade della città.

Mentre vagavo tra i vicoli pittoreschi, il mio sguardo è stato catturato da una scena che ha subito acceso il mio interesse fotografico: due persone stavano discutendo animatamente, gesticolando con veemenza.

Come faccio spesso in questi casi, ho istintivamente estratto il mio iPhone e, con la tecnica del turista stupido, ho iniziato a scattare foto, cercando di cogliere la spontaneità del momento.


TECNICA DEL TURISTA STUPIDO

Pensa a te stesso come a un turista quando scatti fotografie per strada, anche se ti trovi nella tua città natale. Questo ti permetterà di adottare la mentalità e il permesso necessari per rompere le cosiddette regole sociali.

Perché la realtà è che la fotografia di strada va contro alcune norme sociali.

Generalmente, nella maggior parte dei paesi occidentali, fotografare qualcuno senza il suo consenso è considerato come una mancanza di rispetto. Anche se non è illegalmente vietato, oggi le persone tendono a credere di avere un diritto alla propria privacy nello spazio pubblico.

Tuttavia, è importante capire che hai il diritto legale di fotografare persone in spazi pubblici.


Fingevo di guardare qualcosa sullo schermo, sperando di passare inosservato, ma questa volta la mia tattica non ha funzionato. Il più corpulento dei due, con sguardo severo, si è girato verso di me e con voce decisa ha chiesto: “Ahò, ma che stai affà?”

In quel preciso istante, il mio cuore ha iniziato a battere a mille. La situazione era tutt’altro che piacevole: mi trovavo faccia a faccia con una persona che chiaramente non gradiva di essere fotografata.

Tuttavia, invece di farmi prendere dal panico, ho cercato di mantenere la calma e di affrontare la situazione con gentilezza e rispetto.

“Buongiorno” ho risposto con un sorriso. “Mi scusi, non volevo darle fastidio. Stavo solo scattando alcune foto della città e la vostra scena mi ha incuriosito”.

L’uomo mi ha fissato per un attimo, come per valutare le mie intenzioni. Poi, con un sospiro, ha detto: “Va bene, ma cancella subito quelle foto”.

Ho immediatamente acconsentito alle sue richieste e, scusandomi nuovamente per il disturbo, ho eliminato le foto. L’uomo, tranquillizatosi, mi ha chiesto da dove venissi e cosa stessi facendo lì. Abbiamo conversato per qualche minuto, parlando del più e del meno.

Inaspettatamente, quell’incontro che era iniziato con un fraintendimento si è concluso con una piacevole chiacchierata.

Tornando a casa, ho riflettuto su quanto accaduto. La paura di scattare per strada è un sentimento comune a molti fotografi. Tuttavia, è importante ricordare che la fotografia di strada è un atto di condivisione, un modo per raccontare storie e mostrare al mondo la bellezza che ci circonda.

Per superare le nostre paure e scattare con sicurezza e rispetto, sarà fondamentale adottare un atteggiamento empatico e premuroso.

Paura-di-scattarePaura-di-scattare-002

Ma perché abbiamo paura?

  • Timore del rifiuto o della reazione negativa: spesso temiamo che le persone reagiscano male al fatto di essere fotografate. Questa paura è comprensibile, poiché nessuno vuole trovarsi in una situazione di conflitto o, peggio ancora, imbarazzo
  • Paura di invadere la privacy: scattare delle foto a degli sconosciuti può farci sentire come se stessimo violando la loro sfera personale. Questa preoccupazione può essere amplificata dalle leggi sulla privacy e dai dibattiti etici su ciò che è appropriato fotografare.
  • Insicurezza tecnica: la paura di non riuscire a catturare la scena come la vediamo o di non avere le competenze tecniche adeguate può farci esitare. La strada è imprevedibile e spesso richiede decisioni rapidi e precise.

Come superare la paura!

  • Preparazione e pratica costante: come in molte altre discipline, la pratica è fondamentale. Inizia scattando foto in ambienti meno affollati o in situazioni in cui ti senti più a tuo agio. Questo ti aiuterà a costruire la fiducia necessaria per affrontare situazioni più complesse.
  • Conoscere le leggi locali: informarsi sulle leggi relative alla fotografia di strada nel luogo in cui ti trovi può ridurre l’ansia. Sapere cosa è permesso e cosa no ti farà sentire più sicuro e ti aiuterà a evitare potenziali problemi legali.
  • Empatia e rispetto: mostrare empatia e rispetto verso i soggetti delle tue fotografie è cruciale. Se qualcuno sembra a disagio, è meglio non insistere. Un sorriso o un cenno di ringraziamento può fare molto per stabilire una connessione positiva con le persone che incontri.
  • Tecniche di fotografia discreta: utilizzare una fotocamera più piccola o il tuo smartphone può renderti meno visibile e ridurre il nervosismo. Inoltre, puoi provare tecniche come quella di scattare dalla vita (scattare dal fianco) o utilizzare un angolo di ripresa più basso per essere meno invadente.
  • Accetta l’errore: non tutte le foto saranno perfette, e questo va bene. La fotografia di strada è tanto un’arte quanto una documentazione della realtà, con tutte le sue imperfezioni. Imparare dai propri errori è parte del processo di crescita come fotografo di strada.

La paura di scattare fotografie di strada è una sensazione comune e comprensibile, ma non deve impedirti di esplorare e catturare la bellezza del mondo che ti circonda.

Con la pratica, la preparazione e un atteggiamento rispettoso, potrai superare il nervosismo e goderti appieno l’arte della fotografia di strada. Ricorda, ogni scatto è un’opportunità per crescere e migliorare.

Buona fortuna e buon divertimento con le tue avventure fotografiche!

PS: se vuoi saperne di più, ecco altri post che ho scritto sull’argomento:


RAGGIUNGI I TUOI OBIETTIVI E ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


.

.

.

I’M A STREET PHOTOGRAPHER: DIVENTA IL TUO FOTOGRAFO PREFERITO

Magliette-street-photography

 

Le magliette I’M STREET PHOTOGRAPHER sono state create con l’intento di comunicare chi siamo veramente: fotografi dirompenti desiderosi di rompere gli schemi e creare qualcosa di nuovo.

Le nostre magliette sono un modo per esprimere visivamente la nostra passione per la street photography e per trasmettere il messaggio audace che siamo qui per cambiare le regole del gioco. Ogni volta che indosseremo queste magliette, grideremo al mondo la nostra determinazione a cogliere l’energia delle strade, a cogliere i momenti unici e a catturare l’anima delle città.

Ma le magliette I’M STREET PHOTOGRAPHER non sono solo un simbolo di ribellione creativa; sono anche un invito a tutti coloro che condividono la nostra passione ad unirsi a noi nella ricerca di nuove prospettive e nell’esplorazione di mondi nascosti nel caos delle strade.

Indossando queste magliette, ci uniremo in un movimento che promuove l’originalità, l’audacia e l’innovazione nella fotografia di strada. Siamo una comunità di fotografi pronti a rompere le barriere dell’ordinario e a creare immagini che evocano emozioni, ispirano riflessioni e raccontano storie profonde.

Le magliette I’M STREET PHOTOGRAPHER sono un modo per affermare la nostra identità dirompente e per condividere con il mondo la nostra passione per la fotografia. Indossale con orgoglio e unisciti a noi nel creare un movimento dirompente che ridefinisce il modo in cui vediamo e interpretiamo il mondo che ci circonda.

Sii audace. Sii dirompente. Sii uno Street Photographer.

>CLICCA QUI PER VEDERE LO SHOP <

.

.

.

Francesco Menghini


Seguimi sui miei canali social: Facebook, Twitter e Instagram


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *